Debutto casalingo, in una gara ufficiale, per l’Autosped che chiude la sua ‘settimana altoatesina’ ospitando (a Tortona, sabato 6, alle ore 18) l’altra formazione bolzanina, la Pallacanestro Bolzano, sponsorizzata Acciaierie Valbruna, reduce dal ko interno nel match di esordio contro il Fanola San Martino. Se è vero che delle avversarie non si conosce moltissimo, trattandosi di una neopromossa che ha mantenuto, quasi per intero, l’ossatura dello scorso campionato, è altrettanto vero che le giraffe faranno bene ad affrontare l’impegno con la massima concentrazione e determinazione perchè sicuramente  la formazione di Pezzi, oltre ad avere, sulla carta, valori ben consolidati ed una valenza fisica e tecnica da non sottovalutare, scenderà al Camagna con la voglia di cancellare il passo falso interno, conscia anche del fatto di avere già pagato lo scotto dell’emozione e di avere poco o nulla da perdere. Le Sisters, nella passata stagione, hanno conquistato l’accesso alla serie cadetta dopo una cavalcata trionfale culminata poi con le vittorie ottenute, negli spareggi, dapprima con Ancona e poi, nella finale, contro Parma, battuta in maniera piuttosto netta, sia nel match di andata che in quello di ritorno. Sono ben dieci le componenti del roster che ha ottenuto lo storico risultato ad essere state confermate ed il rinnovo non va visto solo come un giusto premio concesso alle giocatrici ma anche con la convinzione, da parte dello staff tecnico e dirigenziale bolzanino, che la rosa sia all’altezza della categoria ed abbia le qualità per ben figurare. Tre gli innesti operati in sede di campagna estiva, il più importante dei quali è sicuramente quello del play Chiara Rossi, regista dal grande rendimento con alle spalle parecchi campionati anche nella massima divisione; nello spot di guardia/ala è arrivata, da Vicenza, la giovane e promettente Mingardo (classe 1999) di scuola scledense mentre sotto canestro, via Ancona, è giunta Egwho, pivot di belle speranze e dalle grandissimi dote atletiche. Tra le conferme il nome di spicco è quello di Mossong, top scorer della formazione nonchè capitana della nazionale lussemburghese, ma ottime referenze vantano anche la guardia Gottardi ed il centro Consorti. Dall’altra parte è quasi scontato dire che l’Autosped desideri ardentemente bissare il successo di sette giorni prima, mettendo altro importante fieno in cascina; per arrivare a ciò, però, occorrerà mostrare ancora qualche passo in avanti rispetto a quanto visto al PalaMazzali. Contro il Bcb le castelnovesi hanno difettato di continuità, e dopo una prima parte molto incoraggiante, su ambo i lati del campo, sono andate progressivamente in calando; quello che conforta è il fatto che nonostante una prestazione non scintillante la squadra sia riuscita a conquistare comunque i due punti su un campo che non sembra destinato ad essere facile terreno di conquista per le ospiti. Ma l’appuntamento di sabato sarà utile anche per verificare come procede il recupero di quelle atlete che, come già detto ripetutamente, hanno lamentato infortuni di vario genere e che purtroppo, quindi, sono necessariamente in ritardo di condizione rispetto alle compagne; ci vorrà ancora sicuramente del tempo ma sarebbe comunque molto confortante, in prospettiva futura,  vedere una crescita. La speranza è che, oltre ai due punti, sabato arrivino molti tifosi a riempire il palazzetto di Tortona per spingere le nostre ragazze in questo lunghissimo, faticoso, difficile ma assai stimolante cammino chiamato campionato: Forza Giraffe !!!

40374137_885968254927420_2460099998054875136_n

Autosped a caccia del bis