Dopo la splendida prestazione offerta contro Crema un Eco Program in cerca di conferme si accinge ad affrontare la trasferta ‘trappola’ di Torre Boldone (sabato 10 ore 21), casa della Fassi Edelweiss Albino; trappola perché a dispetto della differenza di punti in classifica il compito che attende le ragazze di Pozzi sarà tutt’altro che agevole. La posizione di Albino è frutto soprattutto di un avvio di stagione che è stato, probabilmente, più difficile del previsto, complici un calendario non propriamente benevolo ed alcuni problemi fisici che hanno colpito alcune delle pedine più importanti dello scacchiere orobico ma con il passare delle giornate il rendimento delle lombarde è costantemente cresciuto tanto da permettere loro di ottenere scalpi importanti come Vicenza, la stessa Crema e Selargius (in trasferta) ed anche nell’ultimo turno, su un campo molto difficile come quello di Udine, il Fassi è andata vicinissimo al colpaccio cedendo solo di stretta misura. La compagine bergamasca sta facendo sicuramente della difesa, molto ben organizzata, il suo punto di forza, compensando in questo modo le difficoltà incontrate fino ad ora in fase offensiva; una situazione che ricorda, in qualche misura, quella dell’Eco Program della passata stagione che ha costruito molti dei suoi successi nella propria metà campo. Il roster a disposizione di coach Stibiel appare ben equilibrato, profondo e non certo carente in quanto a qualità e talento; a partire dalla cabina di regia dove troviamo l’ex Broni Bonvecchio, che non è azzardato definire un lusso per la categoria, cui danno supporto le indigene Lussana, Devicenzi, Panseri, Birolini e Gionchilie, segno di un vivaio in grado di ‘costruire’ atlete in grado di tenere il campo in una categoria importante. Sotto canestro è arrivata la britannica Shequila Joseph, giocatrice che nonostante qualche acciacco fisico ha garantito fino a questo momento un rendimento molto costante quanto a punti e rimbalzi, come dimostra la doppia doppia di media fin qui ottenuta; al suo fianco Silva, ala dotata di grande tecnica e di un notevole bagaglio di esperienza, l’interessante ed emergente Valente, che nonostante la giovane età ha già alle spalle alcuni campionati di A2, e Marulli, altra atleta dal pedigree importante ma limitata, nelle ultime settimane, da un infortunio. Si può ben comprendere, quindi, che le giraffe troveranno pane per i loro denti a Torre Boldone (ricordiamo che la partita sarà visibile, in diretta streaming, sul sito http://edelweissfassialbino.it/) e che per uscire indenni dal PalaMartini sarà necessaria una prestazione di grande livello; le castelnovesi ci arrivano forti di un morale che è giustamente alto per le belle prove delle ultime settimane ma, a rischio di passare per banali, davvero ogni partita fa storia a sé ed i successi ottenuti nel passato non danno alcuna garanzia. Occorre faticare, e tanto, ma sotto questo profilo le ragazze non hanno mai tradito, anche quando la vittoria non è arrivata: forza Giraffe !!!

sita0803

L’Eco Program a caccia di una Stella