Finisce come da pronostico, con la vittoria, abbastanza netta nelle dimensioni, della favorita Geas Sesto San Giovanni ma quella che sulla carta doveva essere una partita a senso unico in realtà non si è rivelata come tale con le giraffe che per oltre 20′ hanno fatto match pari con le quotatissime avversarie, cedendo poi solo alla distanza alle milanesi. Il timore che le ragazze di Martinelli potessero pagare, in avvio, lo scotto del debutto viene ben presto fugato da una prestazione ampiamente positiva fin dalle prime battute; la squadra non dimostra alcun  timore reverenziale nei confronti delle lombarde ed il +2 della prima sirena (17-15) per quanto sorprendente, è ampiamente meritato. Equilibrio che si prolunga anche nel quarto successivo nel quale le giraffe ribattono, colpo su colpo, ai tentativi delle sestesi di prendere in mano l’inerzia della sfida; l’incertezza continua così a farla da padrona ed il -1 (31-32) con cui il Bcc torna negli spogliatoi fotografa fedelmente quanto visto sul parquet nei primi 20′. Dopo la pausa, però, il match comincia, lentamente ma inesorabilmente a prendere la strada verso il Geas; le castelnovesi non risparmiano certo impegno e determinazione ma il 44-58 del 30′ suona già come una mezza sentenza. Anche perché nell’ultimo quarto il tributo alla fatica si fa sempre più oneroso e così Geas ha buon gioco ad incrementare in misura ancora maggiore il proprio vantaggio; la stanchezza incide anche sulle percentuali di tiro delle giraffe che pur dovendo alzare, quindi, bandiera bianca escono dal campo a testa alta, soprattutto per quanto visto nei primi 30′. Bcc che tornerà in campo sabato 1 giugno (ore 16) per affrontare la VoloRosa Basket Brindisi che nel match di apertura ha disposto piuttosto agevolmente del Basket Cavezzo.

Geas Sesto S.G. – Bc Castelnuovo Scrivia 78-52 (15-17, 32-31, 58-44)

Bcc. Ferrari 9, Marchesotti A., Battegazzore, Ferrario, Bracco 9, Bandiani, Marchesotti M., Tognoloni, Ferraro 2, Bernetti 19, Marianini, Bassi 13. All. Martinelli, v.all. Saterini

Under 16: giraffine super per metà gara, poi è monologo Geas